«nessuno è mai morto di pidocchi»

Standard

Il suggerimento me lo da mio marito, che legge sul post questo articolo sui pidocchi (I pidocchi sono sopravvalutati?).

Ho passato serate a spulciare i miei figli, a inseguire animaletti e animaloni, uova vive e uova morte, a mettere i pupazzi in prigione nel sacchetto di nylon chiuso ermeticamente. Con risultati altalenanti e spesso non proporzionali alla fatica, allo stress, al nervoso che veniva a tutta la famiglia (i bambini che ti supplicano di non rifargli il trattamento perché tanto non funziona… come se per te fosse un’attività piacevole, quasi uno svago). Ho fatto trattamenti in casa, in campeggio, in albergo, a capodanno. Ho visto davanti a scuola bambini con fasce e bandane in testa per evitare di essere “contagiati”, ho assistito a riunioni di classe in cui i genitori si scagliavano gli uni contro gli altri, divisi dalla scelta di rimandare o meno i figli a scuola dopo aver fatto il trattamento, ho ricevuto come rappresentante di classe telefonate da una mamma che non mandava più la figlia a scuola per i pidocchi (figlia a cui dalla nascita non avevano mai tagliato i capelli) e che mi chiedeva di intervenire (tipo ghostbusters?), ho partecipato a una riunione sul “protocollo operativo per la gestione della pediculosi nelle comunità” organizzato dalla asl. E ho sentito una mamma che ha addirittura “studiato” l’origine dei pidocchi (e non ho osato chiedere cos’abbia scoperto).

E nonostante questo pedigree di tutto rispetto i miei figli i pidocchi li hanno presi ripetutamente, li hanno passati ad altri (un paio di volte anche a me), li hanno cresciuti e allevati come animali domestici, si sono grattati come pazzi.

Ma come dice Jacopo “se tanto tornano comunque, mamma, perché perdere tempo e soldi a cercare di mandarli via?”. Forse perché abbiamo paura, da mamme, di essere additate come quelle che i figli non li controllano, non li guardano, diffondono le malattie.

Quando poi le malattie più gravi sono l’ignoranza e la stupidità. Malattie congenite, dalle quali è difficile guarire!

Annunci

2 pensieri su “«nessuno è mai morto di pidocchi»

  1. elena

    Brava!!! Sì!!!! Io sono l’addetta allo spulcio perchè…”tu li riconosci meglio” (visto che lo faccio sempre io non può che essere così!) ma mi attivo su suggerimento di mio marito. Fosse per me aspetterei di venire colta dal dubbio ”che strano che Lara si gratta così spesso”. Decisamente i pidocchi non mi ossessionano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...