quest’anno vado prima al mare, così ho tempo per pensare

Standard

Oggi primo giorno di vacanze pasquali per i tre mostri e io mi preparo alla convivenza prolungata, al mare, quasi in solitaria.

Saranno serate di film insieme o di giochi, risvegli senza fretta e mattinate lente, orari allungati per ogni cosa, nanne del pomeriggio nel lettone. Saranno sessioni di compiti divisi tra prima e quarta elementare, con un occhio che controlla il dettato e un altro che guarda la mappa sugli Assiri. Intanto le mani monteranno il portellone del camion dei pompieri di Diego che si è staccato. Saranno partite a scopa al mare, al posto della TV, passeggiate e lavori nell’orto, fotografie e tentativi di usare la bici senza rotelle, sfide a calcio e a basket. Saranno litigate per chi ha preso per primo la palla, le pentoline, la bicicletta, pranzi e cene da preparare, pause ritagliate per lavorare e libri letti al mattino, quando i ragazzi dormono. Saranno sgridate e castighi, lacrime e graffi nel cortile, compromessi e negoziazioni infinite ed estenuanti, telefonate al marito sognando una pausa dall’operatività da mamma 24 ore su 24. Dovevano essere giorni di compagnia, allegria, svago e saranno vacanze più o meno solitarie, nel bene e nel male.

Saranno giorni di sole (spero) e di vento, di stelle e di buio, di albe e tramonti sul mare. Giorni di vacanza e giorni di lavoro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...