amore senza fine

Standard

L’amore è nato ai tempi del liceo, quando studiavo il programma a memoria e mi mettevo pazientemente in coda con un’amica per entrare nella sala in cui avrebbe parlato il cantante o lo scrittore del mio cuore.
Poi ho trascinato il fidanzato dei 16 anni (ed era una vera prova d’amore il suo venire con me li) e da quel giorno anche per lui è iniziato un rapporto che mi risulta continui tutt’ora.
Ci sono stati gli anni in cui andavo la domenica pomeriggio, dopo l’attività lunga, ancora in uniforme scout, lavandomi le mani e la faccia nei bagni, dopo i giochi al parco coi bambini.
Ci sono stati gli appuntamenti la sera, dopo lavoro, quando andare insieme a Flavio il venerdì voleva dire iniziare il weekend.
E poi le visite coi figli, qualcuno a piedi e qualcuno in passeggino, a fare i turni per uscire dallo spazio bambini e vedere anche altro, a leggere libri mille volte e far la coda per avere la foto con Geronimo Stilton, seduti per terra a mangiare la pizza o il panino.
Quest’anno ho il lusso della visita doppia: in solitaria e in cinque.
Il Salone del libro di Torino è un posto magico per me, dove passeggiare, sfogliare libri attirata da una copertina, da un titolo, dalla vicinanza con un libro che ho amato oppure odiato.
È una passeggiata nella mia anima, piena di fiducia nel mondo: perché finché ci sono libri da leggere, vuol dire che ci sono universi ancora pieni di possibilità da esplorare.

Annunci

3 pensieri su “amore senza fine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...