da quando ci sei tu

Standard

Da quando ci sei tu ho iniziato a contare i giorni anziché gli anni. I giorni a Pietra Ligure, i giorni senza wii, i giorni prima della partita di basket o del campo scout.

Da quando ci sei tu ho scoperto che sono testarda, ma che tu a volte cerchi di battermi. Mi spiace, tesoro, per adesso continuo a vincere (sarà anche che non riesco a perdere una sfida).

Da quando ci sei tu ho imparato a mordermi la lingua. Non sempre e infatti ti arrabbi quando ti sgrido in anticipo (anche se spesso indovino cosa starai per fare, ma soprattutto per dire). 

Da quando ci sei tu ho cercato di insegnarti a morderti la lingua, ricordando le mie litigate con i professori alle medie e ricordando soprattutto quanto io passassi per polemica e la loro arroganza trovasse un facile nascondiglio nel mio carattere irruento. A volte non ci riuscirai e io dovrò sgridarti, ma in fondo in fondo ti capisco (e spesso sono d’accordo con te).

Da quando ci sei tu ho imparato a trovare le parole per dire cose tristi, che le parole per quelle allegre ci vengono naturali. E ho avuto davanti a me un ascoltatore attento, sensibile, intelligente. E spesso trovare le parole per te, mi ha aiutato a dare una dimensione e una forma al mio dolore.

Da quando ci sei tu ho imparato che dai “fuori programma” si esce con tenacia e determinazione. Senza abbassare la testa e senza abbandonare il campo.

Da 10 anni ti guardo ogni giorno e quel che vedo mi piace sempre di più. Auguri ragazzo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...