piove, senti come piove

Standard

Sta succedendo qualcosa di imprevisto (o forse previstissimo) in casa mia.
Nella stanza di fianco si sta svolgendo un film horror: urla disumane, lacrime, rumori di letti sbattuti contro il muro, oggetti scagliati, rivendicazioni, parole poco gentili (non le definirei parolacce, ma restano nella categoria delle parole vietate per i minorenni della nostra casa). Di tanto in tanto uno dei due attori protagonisti arriva chiedendo cose strane (“posso togliermi la maglietta?” “veramente io ho appena messo la felpa”) o con oggetti che non dovrebbero avere in mano (tipo il cuscino che fa da schienale al divano).
Intanto, qui si svolge una partita di calcio con tanto di telecronaca (“Balotelli ha tirato un gol, gli è uscito un bozzolo di sangue, si è fatto molto male, va beh… Però era molto vecchio e quindi… e va beh”), per quanto giocare a calcio in questa casa sia fortemente vietato.
La pioggia d’estate rinfresca, ma costringe anche alla convivenza tra le quattro mura domestiche… Se continua ancora ci metteremo gli stivali di gomma (o le infradito), la mantellina e usciremo fuori comunque.
Meglio bagnati che soppressi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...