cortile a zona

Standard

– Oggi siamo stati in cortile all’intervallo –

L’intervallo in cortile per il figlio grande è un evento che si può contare sulle dita di una mano, se si considerano tutti e cinque gli anni di scuola elementare. Diciamo che le maestre prediligono i banchi alle piante, i compiti all’intervallo, i giochi da tavolo al pallone.

– E abbiamo anche giocato a pallone, anche se c’erano le medie –

Si, perché il cortile in questione è in comune con la scuola media e quindi animato di dodici-tredicenni brufolosi in uscita intorno alle 13,30. Senza contare quelli che fanno il tempo potenziato e si fermano a mangiare a scuola.

– Siamo stati in un’area in cui non possiamo stare, vicino alla scuola media dove c’è il pino grande –

– Cosa vuol dire un’area dove non potete stare? – chiede Lucia.

– È la zona dove possono stare le terze e le quarte, noi siamo in quinta – risponde Jacopo

– Noi ci andiamo sempre lì – dice Lucia.

– Non potete, è il posto delle terze e delle quarte –

Da due anni il cortile della scuola elementare è stato suddiviso in settori, assegnati a ciascuna classe. La scuola è grande e popolosa (4 sezioni x 5 classi x 25 bambini per classe = 500 bambini), ma il cortile a zona proprio non riesco a sopportarlo. Chissà se legano alla palla un cordino, per tirarla indietro nel caso vada in un settore che non è di propria competenza. O forse la palla ribelle diventa un ostaggio, merce di scambio per guadagnare un metro in più del settore confinante.

Annunci

2 pensieri su “cortile a zona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...