“se non la smetti ti faccio incontrare mia sorella”

Standard

Giardinetti in primavera, gruppi di bambini che giocano ovunque: sul prato, sui muretti, sugli scivoli.

Diego e il suo amico T. corrono, hanno appena finito di giocare a calcio col nonno di T. (santo subito, se non ci fosse stato lui sarebbe toccato a me). Un bambino che non ho mai visto li insegue, gioca con loro.

Lucia gioca con le sue amiche degli scout a “ginnastica artistica” (è tornata in palestra dopo la pausa di Pasqua ed è già nuovamente dipendente da sport) e poco dopo si uniscono anche Diego e T.

Il bambino che prima li inseguiva si unisce a loro, o meglio inizia a discutere con loro: spinge T., spinge V. che si è messa in mezzo per difenderlo forte dei suoi 7 anni. Il gruppetto si sposta, ma questo bimbo continua ad andare verso di loro, a discutere, spingere, andare con la bici contro le gambe di ognuno.

Io e la mamma delle amiche scout osserviamo la scena da lontano, decidendo di non intervenire, convinte che se la debbano cavare da soli.

E mentre sono lì che li osservo, ecco che Lucia decide di fare a modo suo. Osservo da 15 metri di distanza quindi la scena è senza audio: tutti in cerchio, il bambino mi da le spalle mentre vedo Lucia rivolta verso di me. Prima parla. Poi alza le braccia e fa vedere i bicipiti (è tornata in palestra, come dicevo poche righe sopra).

Con due figli maschi e una figlia femmina credevo di dover accettare le dimostrazioni di forza fisica dei due futuri uomini, non della rappresentate del cosiddetto “sesso debole”.

E invece, in un futuro che spero lontanissimo, di fronte al bullo che minaccerà il primo o l’ultimo genito, tutti e due potranno dire “se non la smetti ti faccio incontrare mia sorella”.

ps. il bambino è stato poi integrato felicemente nel gruppo, non grazie ai muscoli di Lucia, ma all’intervento pacificatore delle mamme che osservavano la scena. Devono cavarsela da soli, ma a volte serve un facilitatore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...