da grande voglio fare

Standard

A cena, parliamo di scuole elementari e i ragazzi scoprono che due mie zie hanno lavorato come bidelle.

– Davvero facevano le bidelle? –

– Si. E il fratello di nonno faceva il bigliettaio sui tram –

– Ma i bidelli possono essere maschi? – chiede Diego

– Certo –

– Io da grande voglio fare il bidello – annuncia.

Io da grande voglio fare quella che disegna le strisce sulle strade: avrei un macchinario con le ruote e quando arrivo di fronte al punto esatto dove devo iniziare la striscia aziono la macchina e una striscia perfetta, bianca da abbagliare, dai contorni precisi si disegna magicamente per terra, mentre io avanzo inesorabile. Un gesto e la striscia si interrompe, come la stessa nettezza del bordo di un burrone.

Oppure voglio fare quella che pota gli alberi sul cestello con la sega elettrica. Ho provato solo a potare gli ulivi quest’autunno al mare con delle cesoie a manico lungo, arrampicandomi sui rami, tenendomi in equilibrio precario. E da lassù, al di sopra della chioma argentata tocchi il cielo, mentre i rami inutili, quelli che consumano solo l’energia della pianta, cadono a terra come se fossero fili d’erba. Pensa da un cestello che ti fa arrivare in cima a un platano, all’altezza del balcone del quarto piano. Pensa con uno strumento in mano che affonda nel legno come se fosse un foglio di carta e fa precipitare al suolo braccia inanimate.

Oppure voglio contare le piante nei giardini pubblici, attaccare le targhette col numero e andarle a controllare per vedere che non abbiano malattie. Tagliare l’erba sulla collinetta del parco dove vanno i miei figli e vedere le strisce ordinate dove sono appena passata. Bagnare le fioriere sui ponti del centro e curare le aiuole delle piazze, mettendo viole del pensiero e primule, margherite e tulipani.

Oppure voglio riparare le biciclette del bike sharing, andare da una stazione all’altra per aggiustare un freno, cambiare una camera d’aria, rimontare un pedale e sostituire una dinamo che non funziona.

Da grande voglio fare un sacco di cose, soprattutto star fuori all’aperto e non chiusa in un ufficio tutto il giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...