fatica e competizione

Standard

Le attività dei ragazzi sono iniziate, comprese quelle sportive. Non sono mai stata una  fanatica di sport, posso contare poche gare e competizioni nella mia esperienza da bambina. Ma se c’è qualcosa che i miei figli, con i loro sport, mi hanno insegnato è proprio il valore della fatica e della competizione.

La fatica perché nella vita di tutti i giorni quasi nulla ci riesce facilmente, senza fatica e sforzo. Anche le cose che ci piacciono e ci danno soddisfazione, come giocare a basket, saltare sul trampolino o scrivere qualcosa. Ogni cosa che facciamo implica uscire fuori dallo stato di inattività in cui ci stavamo coccolando.

La competizione perché ambire a mete più coraggiose, lontane, difficili è nella nostra natura umana (o almeno in quella mia e dei miei figli). Sogniamo la tranquillità, ma in fondo stiamo bene quando abbiamo un sogno da inseguire, un progetto da realizzare. Quando non ci bastiamo e dobbiamo alzare un po’ l’asticella del salto, per misurare davvero il nostro limite.

In una realtà che non riesce a trovare la giusta distanza rispetto alla competizione, che la demonizza o la santifica, che non sa identificare il valore sano e di crescita delle sfide e delle prove, iscriversi a una gara di corsa insegna molte cose.

Insegna che il lavoro da fare è sempre fisico e psicologico insieme, che insieme al corpo si allena la volontà e la resistenza.   Insegna che la fatica avvicina, abbatte le barriere, perché ti verrà naturale sorridere a chi vicino a te soffia e sbuffa cercando le energie per fare ancora i chilometri che mancano. Insegna che non serve una sfida esagerata, clamorosa e ben visibile per mettersi alla prova. È nelle gare apparentemente semplici e un po’ defilate che potrai trovare il tuo spazio, che troverai la soddisfazione di aver battuto te stesso, non quella di aver partecipato a un evento (e poterlo dire).

È nelle sfide che si impara la dignità della sconfitta, il coraggio di ripartire dopo aver fallito, la spinta che dà la delusione. Perché non possiamo darci per vinti, non possiamo smettere di sfidarci. Perché ogni caduta è qualcosa che ci deve far ripartire più motivati di prima. Nella vita, come in una gara di corsa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...