guerrieri

Standard

Questa notte ho fatto un sogno. Ho sognato mio padre e mio suocero, che compravano frutti di bosco per festeggiare i loro compleanni e invitavano tutta la famiglia. Era una festa allegra, confusionaria, chiassosa.

Mi sono svegliata col sorriso, serena e in pace, come in questi giorni non capita spesso. Mi sono svegliata consapevole della fortuna che ho ad avere vicino questi due uomini coraggiosi e battaglieri, due guerrieri. Così simili, tanto che posso litigare con entrambi quasi contemporaneamente. Così vicini l’uno all’altro, in un’affinità che hanno scoperto man mano, trovandosi di fianco per dovere familiare e scegliendosi come compagni di strada. Nella buona sorte, nelle feste di compleanno e nelle gite. Nella cattiva sorte, nelle fatiche della loro età che aumenta, dei loro corpi che non seguono la velocità dei loro progetti, delle prove che hanno affrontato in questo anno e che continueranno ad affrontare. Così simili che mi viene naturale chiedere a uno di aiutare l’altro, fratelli per elezione, con una delle loro telefonate che durano ore in cui forse non conta cosa si dicono, ma il tempo che si dedicano.

Non so dirgli a voce il bene che gli voglio, non so esprimere la riconoscenza che ho per quello che stanno insegnando a me e ai miei ragazzi. Le mie emozioni mi imbarazzano sempre, mi mettono a disagio e loro lo sanno. Ma forse questa notte gliel’ho dette queste cose, forse loro stavano facendo lo stesso mio sogno e ci siamo incontrati, mangiando frutti di bosco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...