l’ho mollata

Standard

Ieri sera, già nei letti, pronti per leggere prima di dormire. Salgo sulla scaletta del letto a castello per salutare Diego.

– Perché M. non c’era ad attività? –
– Perché non stava bene –
– Non c’era neanche E. –
– Sì, perché era a una festa –
– Della sua fidanzata – mi risponde Diego che ha sentito la mamma di E. raccontarmelo. – Meno male che quest’anno non ho una fidanzata –
– E l’anno scorso chi avevi di fidanzata? –
– E. ma poi è andata alla scuola elementare –

Dal piano di sotto interviene Lucia.

– Io ho un amico amico amico –
– E chi sarebbe? – le chiedo
– L., il mio compagno –
– Io sono l’unico single in questa casa – butta lì Jacopo, non so se per farmi indagare o per essere lasciato in pace e non subire domande. Ma credo più la seconda e rispetto il suo bisogno di riservatezza.
– Tu Diego quest’anno quindi non hai più la fidanzata? – torno sulla questione delle fidanzate a tempo.
– Ma, a volte ho avuto… come si chiama? –
– Beh, era proprio amore, ti è rimasta nel cuore al punto che non ti ricordi più il nome –
– Ah già, C., era lei la mia fidanzata. Ma poi l’ho mollata –
– L’hai “mollata”? – mi colpisce la scelta del termine soprattutto.
– Si, l’ho mollata. Sai le ragazze si mollano dopo un po’ se non ti piacciono più –

C’è sempre da imparare dai figli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...