mi ricordo 

Standard

Mi ricordo quando mi sono fatta la pipì addosso nell’intervallo alle elementari e mi vergognavo a dirlo.

Mi ricordo la pizzata coi lupetti alla fine di un’uscita e Andrea che si stava soffocando con la mozzarella ma noi pensavamo scherzasse e continuavamo a ridere.

Mi ricordo i giochi in campagna con mia sorella, quando il muretto della casa era il banco del macellaio e le pigne/salsicce erano conservate nella vecchia stufa non utilizzata nel sottoscala.

Mi ricordo il viaggio verso casa dalla spiaggia quando è venuta la tromba d’aria sulla macchina con Enrica.

Mi ricordo la cinquecento della mamma di Erika che imbarcava acqua dal fondo quando pioveva tanto.

Mi ricordo gli spinaci col parmigiano della scuola materna.

Mi ricordo lo zio di Stefania che arrivava al mare e che per me aveva un gran fascino.

Mi ricordo la testa di Stefania sulle mie gambe e io che la accarezzavo due giorni prima che morisse sua mamma.

Mi ricordo il mercato delle fumne a Lantaret, con mia nonna che mi teneva per mano.

Mi ricordo le gite con le classi di mia mamma.

Mi ricordo quando è iniziata la guerra in Kwait e la telefonata del mio amico Giorgio per vederci a scuola.

Mi ricordo il mio fidanzato in seconda liceo e il bacio dato in auditorium alla fine di un’assemblea studentesca.

Mi ricordo quando è morto il compagno di una collega e il giro dell’isolato fatto con Mauro per dirci tutto lo sgomento che avevamo. 

Mi ricordo quando sono andata in montagna da quelli che sarebbero stati i miei suoceri, per la prima volta come la fidanzata di loro figlio.

Mi ricordo quando in quinta elementare tornando da sola a casa ho scoperto che mia nonna mi seguiva a pochi passi di distanza.

Mi ricordo il cane lupo degli amici dei miei nonni che veniva chiuso in garage perché io avevo paura.

Mi ricordo la voce calda e accogliente di Cino che ti abbracciava “Ciao bimba”.

Mi ricordo la mano magra di mio nonno che teneva la mia quando camminavamo e giocava con le mie dita.

Mi ricordo la carezza di mio nonno in ospedale la sera prima di morire.

Mi Ricordo lo spazio davanti alla camera ardente di mia nonna e mio papà che mi dice di entrarla a salutare, che la nonna dorme.

Mi Ricordo le mie mani sull’incubatrice che custodiva Jacopo.

Mi ricordo l’emozione il giorno dell’esame di quinta elementare.

Mi ricordo la gita a Bosco Mignolo con i nonni e la mia compagna Anna.

Esercizi di ricordi, al camp #7MinutiDopoMezzanotte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...