stop (coi rolling stones)

Standard

Quando la notte prima dell’ultima gita dell’anno dei figli sogni di mandarne uno a scuola dimenticando di dargli lo zainetto col cambio, quando inizi a mettere due impegni contemporanei allo stesso figlio, vuol dire che la tua mente o forse la tua coscienza ti sta inviando un messaggio chiaro: stop.

Stop con gli equilibrismi, con il multitasking e la multi presenza, con i multi pensieri e i multi inviti. Hai, avete, bisogno di fermarvi.

La difficoltà però nasce prima, molto prima, a settembre (o anche a fine maggio, a volte): quando di fronte alle mille opportunità da cogliere per te e per i ragazzi, di fronte alla loro energia dei 4, 7 e 10 anni, di fronte al loro talento tu fai fatica a dosare, equilibrare, dire di no. A ricordarti che a fine maggio manderai Diego in gita con le mutande di ricambio di sua sorella, metterai due giornate aperte di uno sport a scelta lo stesso giorno a Lucia, dimenticherai che tra poco è il compleanno di Jacopo e che devi iniziare a pensare alla sua festa di compleanno.

Annunci